Contenuto principale

Messaggio di avviso

Dal 2 giugno 2015 entra in vigore la COOKIE LAW. Il Garante per la Protezione dei dati Personali ha pubblicato il provvedimento nr. 229 inerente la “individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”. Il sito www.utlvallelambro.it utilizza cookie tecnici e analitici. Per maggiori informazioni selezionare il link seguente. Informativa sui cookies

 

logo utl

Anno accademico 2019/2020

Corso - Milano e la Brianza:

dal Rinascimento all'unità D'Italia

Docente - Angelo Crippa

 

corso milano brianza 2019

 

Programma

  1. Definizione e delimitazione del Ducato di Milano, dall’Insubria romana (Virginio Rufo e i due Plinio) al sorgere del Lombardo-Veneto: 1800 anni di storia. Il nucleo storico rappresentato dal territorio posto tra Adda e Ticino, con varie aggiunte nell’epoca dei Visconti, successivamente venute meno.
  2. Nel quinto centenario dalla morte di Leonardo, è dall’epoca in cui Leonardo e Bramante arrivano a Milano che il corso prenderà le mosse: è anche l’epoca d’oro di Milano rinascimentale, durante la signoria di Ludovico il Moro, prima che le guerre per il dominio su Milano e sull’Italia prendano il sopravvento.
  3. In flashback, si ritorna poi alla Milano romana (Milano capitale dell’impero romano tra Diocleziano e Teodosio) e all’epoca di sant’Ambrogio e san Simpliciano, precursori della nostra Diocesi. La Milano dei Comuni verrà successivamente presa in considerazione.
  4. Milano e la Lombardia sotto il dominio spagnolo, con un Taverna Gran Cancelliere del Ducato. Stato fiorente all’inizio, nonostante i pregiudizi storici sul dominio spagnolo, in decadenza a partire dalla guerra dei trent’anni e dalla grande peste del 1629.
  5. I Promessi Sposi come documento principale della storia del Seicento, così come l’arte rappresenta al meglio la fioritura rinascimentale.
  6. L’arrivo degli austriaci nel 1707, come premessa e causa del decollo progressivo dell’economia e della società milanese. La riorganizzazione del territorio attraverso il catasto di Maria Teresa dà slancio agli investimenti nell’agricoltura. Le riforme suggerite dagli intellettuali dell’Illuminismo milanese.
  7. Il Neoclassico in Brianza: edifici sacri e profani, il cui esempio più rappresentativo è per noi la Rotonda di Tregasio, tra l’epoca napoleonica e il ritorno degli austriaci. I cambiamenti politici non ostacolano, ma anzi favoriscono, lo sviluppo economico e rafforzano il quadro giuridico.
  8. Milano e la Brianza nel Risorgimento.

 

Per orari e giorni di frequenza consultare il   CALENDARIO